La legge dell'Attrazione-Il Quaderno degli aspetti positivi

Un semplice quaderno.Di quelli che prendete in mano all'improvviso mentre passate di fronte allo scaffale del negozio.Vi colpisce.Per la copertina,per le pagine,per i colori.Una bella penna,di quelle che sembra che prendano vita a contatto con il foglio.Un bel respiro e siete pronti.
Prendete una bella etichetta e scriveteci:Il quaderno degli aspetti positivi.
Il primo giorno prendetevi un pò di tempo e pensate.Una persona,una sensazione,un oggetto,il vostro gatto o cane,qualcosa insomma che vi fa star bene.Scrivetene il nome sulla prima pagina e iniziate.Domandatevi perchè mi fa star bene?Quali sensazioni positive mi suscita?cos'è che mi piace?e scrivete,scrivete immergendovi sempre di più in questo stato d'animo positivo.Leggete e godete delle vostre parole positive.
Così inizia un altro esercizio di educazione alla positività: perchè è difficile pensare positivo,perchè viviamo in un contesto socio-culturale ma anche religioso in cui si predilige il ricorso al grigio,al negativo,al "memento mori".Ecco perchè la mia ricerca di spiritualità incontra il buddhismo.Non tanto una religione,quanto uno stile di vita,un'educazione al sorriso...
Il quaderno degli aspetti positivi ci fa un regalo interessante psicologicamente parlando:ci fa riflettere su quello che ci fa star bene.Perchè la nostra materia cerebrale è mal programmata.Perchè è più facile concentrarci su quello che non abbiamo fisicamente e materialmente,sulla sensazione negativa che questo ci provoca.Difficilmente pensiamo alle cose positive della nostra vita,crogiolandoci nelle belle sensazioni che queste ci danno.Il quaderno è una riflessione che nero su bianco ci costringe a ricordarci quello che ci fa bene.Ce lo dimentichiamo e intanto la vita corre,ci scivola tra le dita e noi ci perdiamo rincorrendo le chimere,persi e incatenati tra passato e futuro.
Namastè a tutti,gioia e sorrisi !! ^_^

13 commenti:

  1. non potevi scrivere cosa migliore, dolce Monica. E' vero.. è necessario allenare la mente a 'vedere' ciò che di positivo ci circonda, quando pare che il buio sociale attacchi con malinconia e tristezza. Allenarci a percepire le cose buone ci aiuta a diventarne forti, cara. Un bellissimo quaderno e una carezza per il cuore! Un abbraccio a te, stella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci alleniamo Ely per essere più forti del buio.Dicono che l'inferno e le tenebre siano oltre la vita.Niente di più sbagliato.Sono qui.E bisogna trovare la forza di sconfiggerle con il sole.Che faticaccia!!
      baci baci
      Monica

      Elimina
  2. Ma che bello, Monica! Sposiamo proprio la stessa linea di pensiero :) Ogni sera, e soprattutto quando qualcosa non va, mi fermo a pensare subito ad una cosa bella che mi mette gioia... un momento particolare, una persona, un fatto accaduto, un dolce :D qualsiasi cosa... sembra una sciocchezza ma serve e aiuta tanto. L'idea del quaderno è ancora più bella :) Un bacio grande, splendida giornata tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo so vale,sembra una sciocchezza ai più ,ma a noi aiuta tanto! ^_^
      Io dopo aver perso tutta la mia famiglia d'origine (mi rimane mia sorella ma è lontana) e essermi fatta divorare dalla sofferenza ho cominciato a reagire.E lo si fa con piccoli passi,con i piccoli pensieri positivi.mano mano accetti il passato e il presente diventa reale.E la sensazione positiva me la danno le mie filgie,mio marito,la mia gatta.ma anche un dolce,una canzone e una sonora risata!!
      Ciao anima bella!1 ^_^

      Elimina
  3. E' vero quello che' scrivi. Il quaderno io c'e' l'ho, ma ogni tanto lo dimentico. Bisogna ricordare ogni giorno pensare positivo ogni minuto, vivere il momento e non preoccuparsi per quello che' era e quello che' sara.
    Mi piace il tuo blog. Tanti saluti da Slovenia.
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Lu è un piacere conoscerti!!E' una gran fatica ricordarsi il quaderno,ma quando lo facciamo ci regaliamo dei bei momenti!
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  4. Ciao Monicuccia!! (ora che mi hai detto che ti piace l'appellativo ti chiamerò così!!)
    Leggendo il tuo post mi stavo chiedendo se ti sia mai capitato di avvicinarti alla mindfulness...?(io sai sono contro quello che fa tendenza, ma in questo caso non si tratta di moda, ma di dati clinici che supportano la filosofia che ne è alla base!!)!!
    Buona giornata e baci baci!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa,hic et nunc,la consapevolezza del pensiero,dell'azione presente,in parole moltooo povere.Si,mi ci sono avvicinata e mi ha aiutato molto.Bevo un caffè e penso solo a quello,faccio un dolce e la mia mente è in ZAZEN,in silenzio completo.'Na gran faticaccia come la meditazione,dove la mia mente fugge in continuazione.ma io la riacciuffo ^_^E cosi sono riuscita mano mano ad accettare un passato molto doloroso...
      Un abbraccio cara

      Elimina
    2. Io mi sono avvicinata alla mindfulness per motivi professionali, ma sono dell'idea che di qualsiasi cosa si tratti prima di trasmetterla agli altri bisogna provarla su se stessi...bhe certi gg è dura, e non ti nascondo che i primi tempi durante il body scan erano più i sonni che mi facevo che altro...ma mi ha davvero aiutato in un "brutto momento" , e tuttora è una fedele compagna delle mie attività!!
      Bacio!

      Elimina
  5. Ho lasciato in sospeso il quaderno degli aspetti positivi..
    L'ho abbandonato da qualche parte tra i libri.
    Ti lascio e vado a cercarlo!!
    Grazie Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ate Rò e cercalo ,trovalo e respira il sorriso.E' bellissimo!!
      baci Monica

      Elimina
  6. Credo proprio che dovrò iniziare a scriverlo anche io!!!
    In questo momento ne avrei proprio bisogno!!
    Un abbraccio Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora fallo senza indugi Carmen,soprattutto se è un periodo di quelli un pò così...tutti ci meritiamo di sorridere ed essere se non felici,almeno sereni.
      Ti abbraccio mia cara e faccio il tifo per te!
      Monica

      Elimina