7 febbraio 2013

Torta soffice allo yogurt,cocco e Nutella e di maternità mancate

Sarà colpa della nottata in bianco per via della bimba.
Sarà che il cielo è cupo e la musica  in sottofondo non mi aiuta...
Ma una leggera malinconia mi accompagna.
Sto mettendo via i vestiti della più piccola,quelli piccoli,quelli con le maniche che non le coprono più i polsi,le gonne ormai troppo corte...E li sto mettendo via per un'altra bimba.
Triste sorte la sua.
La mamma l'ha abbandonata.
Per un altro uomo.
Lasciata così,insieme ad un padre incredulo e disoccupato.Un pacchetto regalo,ben infiocchettato depositato a casa della sorella.
E poi via verso altri lidi,verso una nuova vita.
Io non giudico mai,non mi appartiene.Ogni persona è un microcosmo con i propri sapori,le proprie speranze,le proprie disillusioni.Nessuno può capire,nessuno può insegnare.Ogni vita ha i propri meccanismi incomprensibili ai più.
Ma questa storia è il mio limite mentale.
E' così innaturale abbandonare un figlio,per un altro uomo poi...Cerco di pensare,ma non riesco nemmeno a comprendere
E mi viene solo una grande rabbia e penso che forse i figli molte volte capitano a chi non se li merita.
Io ho faticato molto ad avere la grande.Penso alle lacrime versate ogni mese quando puntualmente il sogno di una gravidanza si sgonfiava come un palloncino,alla rassegnazione subentrata,alle storie di ragazze come me,alle loro speranze,alle nostre chiacchiere con un unico argomento...
E poi alla gioia quando il destino all'improvviso ha cominciato a sorridermi ed è iniziata la prima gravidanza,all'incredulità quando la seconda è arrivata così,senza nemmeno pianificarla...
E mi incazzo,perdonate il francesismo.
Perchè non c'è uomo che possa valere un figlio .Mai.
Perdonate i pensieri a ruota libera,ma questa storia mi ha colpito.Una bimba abbandonata,,a casa di persone umili che non hanno nulla ,il passaparola per aiutare questa bimba....
Per sdrammatizzare un pò questo post così cupo vi racconto un aneddoto.
Io e mio marito abbiamo aspettato quattro anni prima di prendere la decisione di avere un  figlio.Poi una volta deciso,il destino per un pò non ne ha voluto sapere.
Un giorno ad una riunione tra colleghi e non,c'erano due belle matrone con tanto di poppanti al collo.Io ero dietro di loro,non vista.Questo il dialogo:
"Una così bella coppia e ancora non hanno figli"
"Ma lui vorrai dire.Lei così secca,sembra anoressica,forse è per questo.Poi sempre in giro,viaggia,STUDIA,la colpa è sicuramente sua"
"Ma non direi"
"Ma non può essere lui.Così alto,così bello.E poi è militare"
Ecco.
Quel giorno imparai due cose essenziali.
I militari sono gli esseri più fecondi sulla faccia della terra.
E che la stupidità umana non conosce confini. ^_^

Consoliamoci con una botta di zuccheri oggi.
Una bella base allo yogurt con una decorazione Cocco e Nutella.Ma potete sostituire il cocco con le nocciole o le mandorle o le noci tritate!Viene bene comunque!
baci care!

Torta soffice allo yogurt,cocco e Nutella

2 uova
1 vasetto di yogurt al naturale da 125 grammi
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 vasetto di olio
1 vasetto di latte

per la decorazione:

noce di cocco grattugiata
nutella

Sbattere per cinque minuti le uova con lo zucchero e lo yogurt.Unire il sale e il latte.Setacciare la farina insieme con il lievito e alternare nell'impasto l'olio alla farina.Una volta ottenuto un impasto omogeneo,metterlo in una tortiera imburrata e infarinata e cuocere a 180 gradi per 35 minuti.
far raffreddare leggermente.Prendere la nutella,stenderla sulla superficie ,cospargervi la noce di cocco e gustare!

55 Comments

55 commenti:

  1. Non sai quanto ti capisca Moni, no non lo sai...non lo puoi sapere, perché ciò che scrivi riguardo te è capitato e sta capitando a tante persone (me compresa) e sì, la stupidità della gente non ha confini, no, non ce li ha! La gente non immagina neanche come ci si senta a non aspettare quel maledetto ciclo, a vedere intorno a te amiche e parenti sfornare pupi come il pane, sentirsi sempre 'disabili' come se ci mancasse un braccio o una gamba, sentirsi dire "beata te che non hai figli" quando ne vorresti forse 7, ma quel Dio che tanto hai pregato negli anni, è lì, insieme a te, aspettando che il miracolo avvenga e che tu possa gioire insieme a tuo marito, e non sentirti vuota e agonizzante, mentre tutte prolificano e tu resti a guardare perché definita 'sine causa'.
    Ecco vorrei dire a queste persone e a quelle che preferiscono un uomo ai propri figli che il vero amore non si trova in un amore fugace che può durare o forse no, il vero amore si trova negli occhi di tuo figlio quando ti sorride, ti chiama, ti fa sentire la persona più importante della sua vita o forse questo è ciò che succede ad essere genitore, non so, immagino solo, perché finora sono solo una zia in caccia della cicogna da 9 lunghi anni....e so che prima o poi l'acciufferò, ma mentre aspetto credimi, mi sconvolgo ogni volta a leggere certe storie.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale cara,
      ti abbraccio forte.
      Io non so perchè per alcuni la strada è così in salita.......però ora ti parlo da orfana.Ho perso presto i genitori e ho desiderato tanto una mamma nella mia mente di bimba...Ecco,la maternità può prendere anche altre strade.
      perchè da qualche parte mia cara vale c'è un bimbo che ti aspetta.Portato dalla cicogna,aiutato dalla scienza o tolto ad un becero destino.
      Io faccio il tifo per te.
      Sentirsi disabili.....quante volte mi hanno fatta sentire così...
      Baci

      Elimina
    2. @UNA FETTA DI PARADISO
      Ti sono vicina e ti comprendo benissimo cara Vale,anch'io sono ormai tanti anni che vado a caccia della cicogna anche se ormai mi sono tristemente rassegnata!!!
      Un bacio grande!!

      Elimina
    3. @una fetta di paradiso e @gwendy
      Io e mio marito abbiamo aspettato per anni una cicogna che non è mai venuta. Adesso siamo genitori felicissimi del nostro splendido bambino, nato in Russia. La strada dell'adozione è stata faticosissima, ma l'emozione dell'incontro con nostro figlio, la gioia di portarcelo a casa e l'amore profondo che proviamo noi per lui e lui per noi ci ha più che ampiamente ricompensato. Pensateci, da qualche parte nel mondo potrebbe esserci vostro figlio che vi sta aspettando… Luigina.

      Elimina
    4. Cara Luigina il nostro viaggio adottivo è in corso da tre anno ormai, siamo al primo rinnovo, qualcosa di buono spero che arrivi presto .... Le possibilità ci sono eccome, è lo stato e la sua burocrazia del diavolo che rallenta tutto e a volte anche la voglia di continuare a combattere e a crederci....vedremo....

      Elimina
  2. Ed io aggiungerei a ciò che hai scritto tu.. che cmq la gente non si fa mai i caxxi suoi! Scusa questa storia mi lascia incredula.. ma nemmeno molto.. guarda tu amdri che abbandonano senza nemmeno avere nessun altro eh! nels enso.. donne che abbandonano solo eprchè quei figli che hanno aprtorito non li vogliono.. ma io dico.. che schifo davvero!!!! che schifo davvero... E come dici tu.. a volte i figli vanno a persone che non li meritano.. e non arrivano a chi invece darebbe loro tanto amore.. Sta cosa fa incazare tantoi anche me!!! Prebndo una fetta che sennò esco da lavoro con il dente avvelenato.. smack cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho detto non ho particolari limiti mentali nè giudico.Figurati,sono stata tanto giudicata io nella mia vita!
      ma la maternità per me è un limite.E parlo da madre e parlo da orfana purtroppo.La gente è cattiva.A me facevano vergognare pure di aver perso i genitori...come se fosse una colpa..
      Io è da un pò che ho il dente avvelenato.oggi in maniera particolare mentre le sistemavo i vestitini,povera bimba.
      Ti abbraccio amica cara!
      Monica

      Elimina
  3. Certe storie lasciano amarezza ma nopi vogliamo portare Amore per il mondo ... prendo anche io una fetta e ti invito a passare da me : c'è un premio che ti aspetta ! :-)

    http://dulcisinfabula.blogspot.it/2013/02/premio-liebster-award.html#more

    RispondiElimina
  4. Cara Monica che grande passione hai messo in questo tuo sfogo, si vede che l'argomento ti ha toccato molto e che sei una donna sensibile. Quella povera piccina abbandonata, io pur non avendo figli credo che un padre potrebbe riuscire ad abbandonare un figlio, ma non una madre che lo porta in grembo per nove mesi. ( A meno la gravidanza non derivi da una violenza fisica ma in quel caso è un'altro paio di maniche). Quando dicono che gli uomini sono tutti stronzi mi incavolo davvero perchè, ci sono donne altrettanto malvagie e questa storia ne è la prova lampante. Per non parlare poi di quelle donne che usano i figli e li mettono contro i padri, ma quella è un'altra storia ancora. Ho imparato allora anche io due cose importanti oggi e non lo sapevo :) E' allucinante come la gente sia ottusa, io convivo da alcuni anni e sò che molte persone si chiedono come mai io ed il mio lui non ci sposiamo o come mai non abbiamo figli...ma perchè le persone non si fanno un pacco di cavoli loro? Bè alla faccia di questa gente gustiamoci il tuo dolcetto e non essere triste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sarò bigotta...ma la mia testa riesce più ad ammettere che un papà se ne può andare ed abbandonare un figlio.ma una madre è completamente contro natura....Il tuo discorso è vero:gli uomini risultano sempre cattivi...ma le donne sanno essere malvagie.e questa storia lo dimostra.Io capisco la fine di un rapporto.ma tua figlia rimane con te.A costo di rinunciare alla nuova storia.
      Io ho convissuto per un pò e non ti dico quanti ricami dietro!
      Un abbraccio
      monica

      Elimina
    2. Approvo in pieno quello che scrivi e come dici tu i figli vengono prima di tutto è inconcepibile che una mamma lo abbandoni e per un'uomo per giunta! Mah sono allibita!
      un bacione!

      Elimina
  5. Ci sono persone che darebbero la propria vita per avere un figlio e gente che non si fa scrupoli nell'abbandonare figli indesiderati o eliminarli prima ancora di dargli la possibilità di vivere. Ma abbandonare il dono più grande che ci sia per stare con un uomo (di cui non si avrà mai la certezza di un legame eterno come quello che si ha con un figlio) è ancora più grave e folle.
    http://basilicopistacchioenonsolo.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai sintetizzato perfettamente il mio pensiero....Un figlio per un uomo.E' innaturale.E' malvagio.
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  6. Mia cara,
    peso tuttora 48 chili e sono raramente arrivata di poco oltre al cinquanta.
    Mio marito in compenso è il doppio di me :). Ed è un un ufficiale medico in congedo :).
    Le tue matrone possono ampiamente andare a quel paese :))))

    RispondiElimina
  7. p.s. non me la sento di commentare la storia di cui sopra se non con un "che donnaccia". E la piccola con il papà mi fanno una tristezza infinita...

    RispondiElimina
  8. Eh no eh, ma ci vuole anche il terzo commento e spero di non fare l'invadente ;) ma sai che qui ti chiamano ogni tre minuti e non fai mai in tempo a scrivere tutto quello che pensi. Ho a casa il cocco. La Nutella, ovviamente ;), e pure lo yogurt. Questa torta è già mia, e ci leggiamo pure nel pensiero perché settimana scorsa ne ho fatta una simile ma senza Nutella. Evvai!!!
    .

    RispondiElimina
  9. Monica io ho fatto di tutto e ti dico di tutto, per avere mio figlio. Ho subito un intervento, visite specialistiche, viaggi vari e tante cure ormonali. Dopo 4 anni rimango incinta, ma abortisco. Non demordo e sono subito pronta a ricominciare ed ecco il miracolo una gravidanza bellissima, ma molto ansiosa. Dopo il parto ho avuto una forte caduta di capelli per lo stress. Avrei voluto dargli una compagnia, ma pazienza!!! Mi reputo comunque fortunatissima.Penso che quello che hai raccontato tu, sia innaturale, ma la cosa ancora più preoccupante è che questo non è un caso isolato. Mio marito è avvocato e mi racconta spesso episodi del genere. Altra cosa poi il fatto che la gente non si fa i fatti suoi ed è pronta ad arrivare a facili conclusioni.Cattiveria gratuita. Comunque parliamo della tua torta bella soffice e tanta buona. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Cara Monica qui hai toccato un tasto a me caro... Io purtroppo non posso avere figli, tanto desiderati da tutti e due e capisco le tue lacrime versate.... Come conosco quella gente ignorante che guarda al di fuori senza comprendere effettivamente ... È fa male... È anche io di solito non giudici ma non capisco come si faccia ad abbandonare un figlio per un uomo, non capisco.....
    Però anche io dopo queste tristi riflessioni ti dico che mio figlio dovrebbe arrivare dall'Etiopia quest'anno spero a breve:) perché anche l adozione ti fa diventare genitore e io lo amo ancora prima di vederlo!!!
    Come amo il tuo dolce bello e con la nutella che ti fa sorridere anche se non vuoi!!!
    Scusa se mi sono dilungata ma avevo piacere parlarti un po' di noi visto l argomento ..
    In abbraccio

    RispondiElimina
  11. Cara Monica, capisco e condivido !!! Ho fortemente voluto i miei figli, e purtroppo per uno, madre natura non ha voluto darci il lieto fine e l'ho perso prima ancora di averlo visto ... è stato un dolore grande che si rinnova ogni volta che ci penso!!! A fronte di questo, lasciare i miei figli mi sembra improponibile!!! Lasciare un marito è stato facile per me e alla fine direi anche liberatorio. Queste donne che fanno gesti estremi come abbandonare un figlio,credo che siano al limite ... abbiano dei livelli di sofferenza che li portano a gesti folli!!! Se pensiamo a quante stanno a farsi riempire di botte in nome dell'amore, del matrimonio, della famiglia ... forse è l'altra medaglia della stessa follia!!!
    Dopo questi sfoghi ... la Nutella è d'obbligo!!!

    RispondiElimina
  12. non ho parole... come commentare entrambe le situazioni, la prima disarmante, con quale coraggio si abbandona una figlia? La mia mente non lo concepisce! La seconda... dove l'ignoranza, allo stato puro, la fa da regina! Queste signore avranno un cervello come un granello di polvere, forse anche meno! Mi consolo con questa torta che è bella, buona e genuina.
    Rosalba

    RispondiElimina
  13. Oggi ho affidato mio figlio a mamma per non avere distrazioni dato che mi sto preparando per una prova importante. Dalle 8,30 di mattina a casa mia regna il silenzio più totale. Mi sono ritrovata a parlare a voce alta perchè non sopportavo il rumore innaturale del silenzio. Tra un'oretta lui tornerà tutto contento e la casa riprenderà vita. Io, che non avevo chiesto di averlo, in realtà non riesco a fare a meno di lui. E io non sono wonderwoman, sono una mamma come tante che pensa che sia innaturale per un'altra mamma rinunciare alla propria creatura.

    Passando a qualcosa di più frivolo: ma quanto ti piace il cocco, monica?! ;) Sbaglio o lo usi tantissimo?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena cara,il vuoto della casa quando loro non ci sono è in realtà un rumore assordante,cupo.Dopo i primi momenti in cui lo assapori,cominci ad odiarlo,senti freddo ,perchè non ci sono le loro parole a scaldarlo...
      Il cocco?lo adoro.Ma così come adoro mangiarlo...detesto nella maniera più ass0luta sentirlo come profumo,crema per il corpo e via dicendo.Lo tollero solo nei solari ^_^
      Ti abbraccio

      Elimina
  14. cara Monica...eh già la stupidità umana davvero non conosce limiti! quanto ti capisco! e quante storie peggiori di questa purtroppo ho conosciuto! io non ho avuto figli naturali ma ne ho adottati due....i miei gioielli...guai a chi me li tocca!!! ora sono grandi ed hanno preso il volo dal nido, sono contenta per loro...il mio sogno è solo la loro felicità!
    All'inizio dell'adozione frequentavo spesso l'istituto dove c'erano i bimbi in attesa di nuovi genitori...ti dico solo che ogni volta era un martirio unico entrarci e conoscere le storie più allucinanti, ci vorrebbe un libro per descriverle!
    quindi quando sento queste storie mi duole il cuore e sono piena di rabbia...piccoli innocenti!!!
    ma la storia di questa bimba abbandonata dalla mamma per un uomo...no proprio non l'accetto! ci penso ma non riesco a trovarne una sola di ragione!
    infine...la gente che non si fa i fattaci suoi...beh con il tempo ho imparato a farmi scivolare tutto addosso...loro non possono capire!
    e passiamo alla torta va...che è meglio...di una goduria unica con nutella e cocco!
    bacioni

    RispondiElimina
  15. Sono senza parole Monica..e la penso come te, nessun uomo vale un figlio.
    Io non ho faticato ad avere le mie, ma ho avuto un'interruzione tra una e l'altra..è stato doloroso, me ne porterò per sempre le ferite..e si, ci sono tante, troppe coppie che i figli non li meritano, li fanno con leggerezza, senza senso di responsabilità...
    Fate 'cerchio' attorno a questa famiglia Monica, cercate di aiutarli, soprattutto la bimba...non riesco a dire altro, sono davvero amareggiata.
    La torta è uno spettacolo amica, TVB. Roby

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Cara Monica se c'è una cosa che ripeto continuamente è che nella vita rinuncerei a tante cose ma mai e poi mai a un figlio!!
    Io per avere il mio Marco ne ho passate davvero di tutti i colori. Alla prima desideratissima gravidanza (tra l'altro gemellare), è seguito un aborto, dovuto soprattutto alla poca attenzione del medico. Pensa che nonostante l'ecografia, non si è mai accorto nè che c'erano due camere gestazionali nè tanto meno che avevo una malformazione uterina!!! Ricoverata d'urgenza, sono stata sottoposta a 4 devastanti raschiamenti e alla condanna di un tumore terribile con scarsi 4 mesi di vita. Avevano deciso che mi avrebbero asportato completamente l'utero ma per fortuna ho deciso di firmare e di andare fuori dalla mia regione.
    Così sono andata da un bravissimo ginecologo in Friuli Venezia Giulia che non solo mi ha ha diagnosticato la fatidica malformazione ma mi ha anche detto che se fossi andata prima lì avrei potuto salvare almeno uno dei piccoli!!
    Lui stesso mi ha indirizzata in una clinica privata di Firenze e lì sono stata sottoposta ad un intervento chirurgico laparoscopico!! Avevo paura di non poter più avere figli, ma dopo 5 mesi dall'intervento le lineette del test di gravidanza si sono finalmente colorate, ma nonostante ciò, le traversie non sono finite.
    Ecco di nuovo la minaccia d'aborto e quindi, nove mesi di immobilità a letto (meno male che ho avuto l'aiuto di mia madre perchè altrimenti non so come avrei fatto). Nonostante le ansie e le paure (perchè se tutto questo non bastava, all'ottavo mese hanno sbagliato le analisi e mi hanno diagnosticato la toxoplasmosi), sono riuscita a portare avanti la gravidanza, ma al momento del parto, nonostante fosse obbligatorio il cesareo (visto l'intervento subito)in ospedale volevano a tutti i costi che partorissi in modo naturale e così hanno aspettato oltre quindici giorni dalla fine del tempo e che mio figlio andasse in sofferenza fetale prima di decidersi ad intervenire!!
    Morale della favola, mio figlio è nato sottopeso, disidratato e con l'ittero e lo hanno dovuto tenere in incubatrice!!
    Per fortuna è andata bene ma quello che mi chiedo è come si può abbandonare un figlio dopo averlo tenuto dentro di te, dopo aver vissuto d'ansie, dopo averlo allattato, dopo averlo abbracciato e nel caso della bimba di cui hai raccontato la storia, cresciuto? E poi per cosa poi per un'altro uomo!!
    Da rasentare la pazzia, è una cosa assurda e inaccettabile!!
    Scusa se mi sono dilungata in un racconto tutto personale ma è un argomento che mi tocca molto!! Io ho lottato e sofferto per avere un figlio, ma di una cosa sono più sicura, lo rifarei altre cento e mille volte, e se anche il Signore non avesse voluto darmi la gioia di averne uno mio, lo avrei certamente adottato!!
    Mamma forever!!
    Un bacione grande e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  18. Neanche io mi permetto di giudicare le scelte altrui,chissà cosa c'è nella mente e nel cuore di ognuno....ma in questi casi non solo ti lascio passare il francesismo ma ne unirei al tuo una valanga.......queste non sono madri.....ma cagne!
    perdonami Monica hai capito che con tutto il romanticismo che possiedo so anche essere schietta e diretta....non le mando a dire certe cose!
    Purtroppo ci sono molte donne che desidererebbero ardentemente un figlio e di sicuro sarebbero anche delle ottime madri ed invece nulla.....le ingiustizie della vita,e chi ne fa le spese sono sempre i più piccoli che crescono con mille dubbi e desiderosi d'affetto.
    Non parliamo poi della cattiveria,dell'ignoranza e della stupidità della gente.Mi fermo qui che è meglio.
    Mi riprendo un attimo con il tuo dolce che ci vuole proprio dopo un boccone amaro.
    A presto cara
    Z&C

    RispondiElimina
  19. Cara Monica, non ho figli ma, sono pienamente d'accordo con te quando dici che una madre non può abbandonare un figlio, è contro natura. Scegliere di lasciare la propria creatura per un uomo, impensabile!!
    Ahimè di gente ottusa, maligna e stupida ce n'è proprio tanta, ultimamente poi mi capita di averci a che fare spesso!
    La torta è da leccarsi i baffi!
    Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  20. Tesoro mio, non so se i militari sono gli inseminator n. 1... ma su tutto il resto concordo con te. Io di bimbe ne ho tre: fra Fe e Fla ho avuto un ovulo bianco e nella prima eco di Matilde si vedevano due camere gestazionali... Saremmo stati una morra di gente, non fa niente... E' innaturale abbandonare tuo figlio, l'hai portato dentro per nove mesi, lo hai allattato, tutto di te scorre in quel corpicino... Non lo so... smetto altrimenti divento cattiva! Grazie per la torta consolatoria! un bascio amica mia!

    RispondiElimina
  21. Ciao Monica :) Beh, che la stupidità umana non abbia confini l'ho imparato da tanto... certa gente farebbe meglio a tacere... idiozia allo stato puro... Di storie tristi come quella che hai raccontato ce ne sono tante purtroppo, spero che quella bimba riceva tanta felicità dalla vita, tante carezze e amore... Questa torta è golosissima, amo lo yogurt nell'impasto, la nutella e il cocco, quindi: la devo fà :D Complimenti e un bacione, buona serata :**

    RispondiElimina
  22. Ciao Monica, che triste argomento hai toccato oggi...Ho letto tutti i post, ognuno ha le sue.
    Non voglio dilungarmi molto,quì c'è la mia storia...
    http://antonellacucina.blogspot.it/search/label/La%20mia%20storia...
    Per avere mio figlio ne ho sentite tante, una persona chiese addirittura a mia cognata "Ma quei 2 non sono buoni a fare figli?" io ero già incinta, ma non lo sapevo, peccato che sua figlia ha impiegato 3 anni a rimanere incita, ma la cosa brutta è che questa persona non è riuscito a vedere suo nipote, ora spero che da lassù vegli su sua figlia e suo nipote.
    L'anno scorso ho avuto un uovo chiaro, mi porto ancora il vuoto dentro!

    RispondiElimina
  23. Con il Sig.re giudizio ho litigato molti aa fa... Certo questa storia fa pensare...molto, e posso assicurarti che non è la prima che sento raccontare, quindi non mi meraviglia che possano succedere cose del genere....a volte le motivazioni che spingono all'azione sono così perverse e malate.. Vabbè mi fermo qui perchè un commento tecnico non c'entrerebbe nulla. Passami la torta va..che magari mi torna la voglia di parlare!
    Bacio!

    RispondiElimina
  24. Vorrei aggiungere di più, a quanto è stato detto. Ma non trovo le parole. Non riesco ad esprimere il senso di smarrimento e di malinconia che mi pervade ora, leggendo di questa povera bambina. Sai, credo tu abbia ragione.. il mondo è proprio basato su fortune che talvolta capitano alla gente sbagliata: persone che desiderano tanto un figlio e che non l'hanno; non l'avranno mai. E poi persone che partoriscono un bambolotto, di cui presto ci si dimentica per passare ad un altro 'giocattolo'. Che cosa orribile, per una madre, abbandonare una creatura che ha portato nove mesi in grembo.. che è sangue del suo sangue, cuore del suo cuore. Non ho davvero parole ma vorrei dipingere lo sconcerto che provo.. non posso fare altro che augurare il meglio a quella piccina, sperando che la vita dopo tanta sofferenza le riservi gioia e soddisfazioni. Anche se una madre le mancherà sempre e forse.. per tutta la vita.
    Probabilmente sono le classiche mammine che 'si devono realizzare', che partoriscono 'perchè ad un certo punto fa sentire fighe', per poi tornare ad essere ragazzine abbandonando il cicciobello. Conosco persone simili.. che hanno lasciato figli per carriera, buttandoli tra le braccia del marito. E uno dei due ha pure disfunzione tiroidea..
    Oh cara.. che pettegola certa gente: ma glie l'hai fatto poi un 'tiè'??? :) Prendo volentieri una fettina di torta, che ha tutta l'aria di essere 'cocco-losissima' in tutti i sensi. Ti abbraccio tesoro!

    RispondiElimina
  25. Come ti capisco la mia voglia di maternità è tanta ma purtroppo per ora il bimbo non vuole proprio arrivare!
    Ogni mese è una delusione ma non mi arrendo
    Prendo una fetta della tua torta per tirarmi su di morale

    Un bacione
    Taty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non rassegnarti Taty..non perdere la speranza.Faccio il tifo per te.
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  26. ogni persona è un microcosmo, la stupidità non ha confini, la mamma dei cretini è sempre incinta...sono tutte verità, mamme che non si meritano i figli che hanno non solo perchè li abbandonano, fisicamente o semplicemente mentalmente, ma per tutte quelle che creano sofferenze e diseducazione e fanno crescere gli stronzi di domani (scusa il francesismo)purtroppo è una realtà, però non voglio giudicare troppo, perchè tutti siamo umani con i nostri errori, certo chi più di altri!
    la torta mi piace un sacco, adoro le torte con lo yogurt la cocco!!! gnammi!! buon we

    RispondiElimina
  27. Lo hai detto tu. La stupidità umana non conosce confini. E sorpassa anche quelli che non conosce. Non so come sia possibile ma accade, quando accade non ci stupiamo nemmeno, talmente siamo abituati alle bassezze degli esseri umani. Ma questo è effettivamente troppo Monica, anche per chi come te, come me, non giudica, non punta il dito.
    Un figlio in cambio di un uomo. Il mercato delle anime, dell'incoscienza, della totale indifferenza.
    Non so cosa altro dire perchè certi avvenimenti mi ricordano quanto siamo deboli ed inclini al fallimento.
    Ti abbraccio forte, tua B.

    RispondiElimina
  28. Non posso che associarmi al coro, io credo di essere veramente l'ultima persona al mondo a poter giudicare le scelte altrui, anzi, sono solita far l'avvocato del diavolo e difendere persino l'indifendibile, sostenendo che è impossibile sapere quali meccanismi e quali pensieri passino nella testa e nel cuore degli altri, però su cose come questa tutta la mia tolleranza, la mia empatia, il mio sforzo di non giudicare ma di capire va a farsi benedire. Perchè questa davvero è una cosa contro natura. Non sono madre, a dire il vero non ci ho mai nemmeno ancora provato e no so come potrebbe andare, ma non riesco proprio ad immaginare come si possa abbandonare una creatura piccola ed indifesa, tanto più se si è portata dentro di sè per nove mesi!!!
    Quanto alla gente che apre bocca e dà fiato, ho imparato da tempo a ignorarla.....sarò arrogante ma le stronzate di tante persone non meritano nè il mio tempo, nè la mia energia! Piuttosto, fammi sapere se c'è qualcosa che anche da lontano si può fare per questa bimba......
    Un bacio Monica!

    RispondiElimina
  29. Eh si...
    Consoliamoci con una botta di zuccheri....
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  30. Non ci sono molte parole da poter dire per commentare una storia del genere...io sono mamma, ho tre bimbi e avuti tutti senza alcun problema grazie a Dio.....ma non riesco a capire come si possa fare una cosa del genere.....purtroppo nel mondo di oggi siamo quasi abituati a sentire storie di abbandoni di questo genere...ormai non c'è più alcun limite...quando i miei bimbi non sono in casa per i primi minuti mi godo il silenzio ma un attimo dopo lo odio....non posso immaginare la mia vita senza di loro, il pensiero di non averli più mi toglie il respiro, mi ferma il cuore.......non capisco come possa fare questa mamma...come tante altre.....
    Mi prendo una fetta di torta e non aggiungo altro....

    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
  31. Io quando sento queste storie soffro da morire, ma per la rabbia, come si puo'....l' unico motivo per abbandobnare un figlio secondo me e' il non stare bene di cervello, e' l' unica spiegazione plausibile.Ed hai ragione da vendere quando dici che alla stupidita' non c' e' mai fine.Consoliamoci con questa bella torta che e' meglio.Baci cara.

    RispondiElimina
  32. Purtroppo questa è la realtà! Ne succedono davvero tante! Ma come te, anche io non riesco a capire come una madre possa abbandonare un figlio per un uomo! Ricordo che quando presi imbraccio per la prima volta mia figlia fu questa la domanda che mi venne in mente! Che coraggio può avere una donna ad abbandonare il proprio figlio? Ancora sto cercando la risposta! Ma queste non possono definirsi delle madri, e non sto qui a giudicarle ne tanto meno a capirle!

    Comunque complimenti per la torta e per aver condiviso questa storia! Un bacione cara!

    RispondiElimina
  33. Una storia davvero molto triste, ma purtroppo non l'unica... Fai bene a dare il tuo aiuto, l'amore di una famiglia umile ma solida come quella della zia spero davvero che l'aiuti a crescere ma chissà magari la sua mamma ritorna, mai chiudere una porta, non si può mai sapere..... E sono d'accordo nessun uomo su questa terra vale l'amore per un figlio. Una torta molto soffice e molto buona come quelle che piacciono a noi! Un bacione

    RispondiElimina
  34. Ho letto l'ultimo post in cui rimandavi a questo, dovevo venire a leggerlo... e voilà, argomento delicato. È una storia tristissima, non posso dire altro. E hai ragione, a volte i figli capitano a chi non li merita... così come tante altre cose. Temo di essere fra quelle che non avranno vita facile in quel campo e quando sento certi commenti, mi si spezza il cuore. Immagina davanti a una storia del genere. Povera piccola... le auguro tutto il meglio. Un abbraccio Monica... e ps: 'sta torta ha tutto ciò che mi piace di più, mi sa che la salvo :D

    RispondiElimina
  35. Eccomi quà Monica ci sono anch'io da oggi nel tuo blog che è veramente molto carino complimenti,e questa torta credo sia sublimeee^_^

    RispondiElimina
  36. Ecco, lo sapevo che il tuo ultimo post rimandavaa d una storia del genere.... io mi sento molto "tirata in ballo" quando si parla di queste cose... purtroppo io appartengo a quella schiera (scopro sempre più folta) di donne che non riescono a raggiungere il loro sogno.... e sentire queste storie davvero mi mette addosso una tristezza infinita... non riescoa capire perchè, come una donna, una mamma, possa abbandonare un figlio... è la cosa più inaudita che ci sia al mondo... Altro che non meritarli i figli.... certe persone andrebbero perseguite legalmente... ma questo è solo un mio pensiero.... Forse sono "stronza"... ma dopo 6 anni di caccia inutile... mi sento davvero male nel sentire queste cose... e ovviamente, mi sa che devo cercarmi un militare... perchè mio marito, porello, è solo un operaio!
    PS: ottima questa tortina!
    PPS: se passi da me c'è un pensierino per te!
    http://tracucinaepc.blogspot.com/2013/02/giochiamo-conoscerci-un-po-e-tanti.html

    RispondiElimina
  37. Una lacrima sta rigando il mio viso, perchè l'ho vissuto anch'io, però io grata ad una di queste "macchine da figli" (non si meritano di essere chiamate mamme), perchè essendosi dimenticata di suo figlio per un anno nella carrozzina ora io ho un bimbo bellissimo!!! E quella là non sa che cosa si sta perdendo!!!!
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  38. Ciao, anche io sono in cerca di una gravidanza che non arriva...con l'aggiunta di avere un solo ovaio e l'endometriosi, quindi, anche se so che non è una cosa bella da dire, a volte viene proprio istintivo pensare che certe persone non si dovrebbero mai riprodurre...comunque, al di là di questo: ma io che non ho mai fatto una torta in vita mia, con che unità di misura devo tradurre il "vasetto"?...Grazie mille, ciao ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è bello da dire Giada ma è vero,è il pensiero che attraversa la mente di tutte noi...soprattutto quando il sogno ti sembra sempre cosi lontano.
      Piacere di conoscerti Giada.
      Il vasetto è semplicemente quello dello yogurt,quello da 125 ml (considera che se usi il Muller è invece da 150 ^_^)
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  39. Inaudito, innaturale, imperdonabile. Quel cordone ombelicale, in realtà, non si taglia mai. Loro prendono il volo e noi siamo con loro, silenziose, vigili ma opportunamente distanti. Non riesco, non comprendo come si possa arrivare a lasciarsi alle spalle La vita.
    Meravigliosa questa soffice e leggerissima torta.
    Grazie, Monica.
    MG

    RispondiElimina

Followers

Visualizzazioni :

Google+ Followers

Search This Blog

Popular Posts

Pages

Blog Archive

monicapennacchietti@l'emporio21. Powered by Blogger.

Buzzoole

buzzoole code

histats

Follow by Email

Se vuoi contattarmi:



Collaboro con:

Translate

Follow us

Instagram