Pasta magica per lievitati e la leggenda personale

Io e Coelho ci adoriamo a periodi alterni.Alterni proprio come le targhe.Nei giorni dispari,quelli in cui mi gira,in cui ho sonno,in cui devo trovare  senso,direzione e disciplina al  trascorrere delle ore lo guardo in cagnesco.Anzi,non lo guardo proprio.
E poi ci sono i giorni pari.Quelli in cui transito con la leggerezza (puramente mentale) di una farfalla.Quelli in cui la mente è talmente serena da rendere facile anche il più complesso dei sudoku.
E allora guardo i suoi libri con ammirazione e curiosità.
E li riprendo in mano.
Perchè con lui non funziona la regola del già letto.Ti sembra ma non è così.Perchè dietro le storie che racconta c'è allegoria,simbologia per cui tu leggi e vai a scavare dietro le parole,vai a vedere cosa c'è dietro.
Ieri ho ripreso in mano "L'Alchimista".
Uno dei concetti che adoro è quello della Leggenda personale.
In gioventù tutti sappiamo cosa fare,sappiamo quali sono i nostri sogni.E non abbiamo paura di sognare,di veder realizzato ciò che vogliamo.Poi il tempo passa e una forza misteriosa ci stanca,ci demoralizza e ci mostra i nostri sogni come impossibili.
Cacchio Capperi,penso ,è vero!
Ma perchè 'sta negatività che ti avvelena l'anima?Questa stanchezza?Questo blues come lo chiama la cara Vaty?Ora me lo deve spiegare e me lo deve anche risolvere,altrimenti non vale.Chiudo e il libro lo metto sotto la gamba del tavolo.Si proprio quella claudicante,guarda un pò.
Proprio perchè nella vita tutto occorre,dice Coelho,la negatività non è altro che un esercizio di forza,un allenamento per spirito e volontà.
E certo,ti sembra che noi umani dobbiamo ottenere qualcosa senza un goccio di sudore?GIAMMAI!!
Dobbiamo armarci di pazienza,deodoranti e tanta fede.
Perchè "....chiunque tu sia o qualsiasi cosa tu faccia,quando desideri una cosa con volontà è perchè questo desiderio è nato nell'Universo.Realizzare la propia leggenda personale è un dovere degli uomini.Tutto è una sola cosa.E se tu desideri una cosa,tutto l'Universo cospira affinchè tu realizzi il tuo desiderio"
Alla faccia del bicarbonato di sodio,me gusta sto concetto.
Mi strappa un sorriso,una speranza.
E anche per stavolta Coelho s'è salvato.Non finirà a pareggiare le gambe del tavolo.
Che dite?perchè sono in un giorno pari?
Forse ^_^

Oggi la pasta magica.
Precisazione d'obbligo.Non sostituisce certo un bel lievitato fatto con tutti i sacri crismi,sia chiaro.E' una soluzione d'emergenza per quando vi siete scordate di impastare ,per quando avete poco tempo,voglia o avete le zucchine girate.Capita,anche alle migliori foodblogger.

Questa pasta dà il meglio di sè usata per la pizza e per dei calzoni ripieni .E' buona realizzata come una semplice focaccia può essere utilizzata anche come dolce.Basta tagliarla a striscioline,friggerla e cospargerla di zucchero..Ho notato due cose.se mi occorre più impasto anzichè raddoppiare le dosi conviene realizzare due dosi separate.E altra precisazione.come focaccia bianca è meglio realizzarla sottile!

E' magica perchè veloce e furba.
E ogni tanto ,se permettete,vanno bene anche le scorciatoie!

Pasta magica per lievitati (dal blog Le petits plats de Patchouka)

1 bicchiere di acqua tiepida
1 bicchiere di farina
1 cucchiaio di lievito di birra liofilizzato tipo mastrofornaio(non abbondate)
1 cucchiaio di malto d'orzo o(o zucchero)
1\2 cucchiaino di sale
 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 bicchiere e mezzo di farina (oltre quello che vi ho scritto sopra)

In un contenitore mettete 1 bicchiere di farina,il sale e mescolate.Unite l'acqua ,il lievito e il malto d'orzo.Mescolate fino ad ottenere una pastella liquida,coprite e lasciate riposare per una decina di minuti.
Trascorso questo tempo,riprendete in mano l'impasto,unitevi l'olio,il bicchiere e mezzo di farina e lavorate per ottenere un impasto lavorabile (ci vorranno due minuti).Se dovesse risultare troppo appiccicoso aggiungete altra farina.
A questo punto è pronto per essere utilizzato.





19 commenti:

  1. Ciao Monica, bentrovata! :) In passato ho letto diversi libri di Coelho... poi pausa, per così dire, vado a periodi... Mi hai fatto venir voglia di rileggere l'Alchiista, sai? :) E' proprio vero, comunque... ogni volta che riprendiamo in mano un libro c'è un nuovo significato, un nuovo insegnamento, una nuova lezione e una nuova scoperta... perché siamo diversi dall'ultima volta in cui lo abbiamo letto... Questa pasta magica, come tutte le cose magiche, mi incuriosisce mi piace tanto! :D Proverò ;) Complimenti e un grande abbraccio, buona giornata :**

    RispondiElimina
  2. ciao, adoro leggere i tuoi post, e adoro anche questa pasta magica, da provare, un bacio

    RispondiElimina
  3. Già il nome pasta magica mi piace poi vedendo il risultato non ci sono dubbi: che bontà! Credo che se leggessimo lo stesso libro diverse volte nell'arco della nostra vita, ogni volta lo interpreteremo in modo differente a seconda del nostro stato d'animo!

    RispondiElimina
  4. Sei tu che sei magica, non solo la tua pasta, stella :D Io amo molto Coelho. Forse perchè è proprio così, va letto 'in alternanza', a seconda di quello che l'anima ha bisogno e si domanda. Certo, non sempre si trovano risposte, ma perlomeno la speranza sì. :) E quel passo di quel bellissimo libro.. beh, mi ricorda oggi di non disperare perchè allora è 'tutto nella norma'! :D Grazie amica. Un abbraccione.

    RispondiElimina
  5. Io non amo leggere, ma i tuoi post mi riesce impossibile non farlo...
    I tuoi post sono magici proprio come questa pasta...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Questa mi mancava, davvero geniale, proprio come te ;-)

    RispondiElimina
  7. buongiorno Monica, io invece Cohelo non ce la faccio proprio a digerirlo, non lo so perchè, ammetto che ha anche una scrittura veloce e leggera ma... non mi sento in sintonia....
    in quanto al desiderare le cose invece, invece, quello è proprio vero!
    tu prova davvero a volere qualcosa, con tutta te stessa, ripetitelo tutti i giorni, uno dopo l'altro, sognalo come fosse già successo, accarezzalo, immaginatelo e.... e l'universo non sai come non sai dove ti darà quello che cerchi: è la legge d'attrazione.
    ognuno di noi attrae con i propri desideri, con i propri pensieri.... merita pensare sempre bene allora!!!
    un bacio
    Sandra

    RispondiElimina
  8. Ciao Mooooo bentornataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa..... ma che impasto veloce èmai questo??? per toglierti la voglia di pziza quando prende all'improvviso.. smackkk

    RispondiElimina
  9. immagino che sia buona, provare per credere così ho un motivo per fare la pizza e perchè no i calzoni come consigliavi tu,brava e grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  10. Ciao Monica, notata la tua pasta magica, da tenere a portata di mano. Per quanto riguarda Coelho, non ho letto nessun libro scritto da lui, cioè avrei voluto.. ma non ho mai trovato la curiosità di iniziare. Chissà'? Forse in un futuro mi deciderò. Buona giornata. Bacio.

    RispondiElimina
  11. Ciao,Monica!Puoi perfavore specificare se il lievito è quello fresco o quello liofilizzato (tipo Mastrofornaio) ?Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia ho corretto grazie!lievito di birra tipo mastrofornaio ^_^

      Elimina
  12. Ohi Ohi oggi non siamo in sintonia..proprio io Cohelo non lo amo...ho provato a leggere qualcosa ma non riesco ad andare oltre a quello che leggo...e quindi per il momento è lì tranquillo nel suo posticino ormai forse polveroso della libreria... ma chissà forse un giorno riproverò ma vediamo....

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  13. O mamma torno per vedere x caso la tua risposta al mio commento ma non lo vedo. Sono con il Cell e forse non aveva preso ..
    E niente che dire.. Che leggerti mi fa sempre bene perché la penso come te. Giorni su dove spacchi il mondo e giorno blues. Dici che la risposta del l'alchemista potrebbe dare un senso a tutto e infondere ottimismo. Io direi di si, come te le parole di coehlo oggi mi danno nuova Linfa e forse dovrei finalm leggere anch'io quel libro che è' proprio sul comodino del mio marito.
    Adoro poi le tue conclusioni. Tu, come alcune speciali bloggers, hai il dono della scrittura. Quando ti si legge si rimane catturati e mentre uno legge, si chiede come fai a tradurre in parole quel che sentì dentro ma che non sai nemm cos'è. E oggi mi sa che e' il turno del giorno giusto perché all'improvviso, leggendoti e percependo il tuo affetto, anch'io mi sento proprio come te <3
    Ahimè non posso commentare la ricetta xke sono dVv ignorante in materia . Ma a cosa serve il pane se mi sono già nutrita dei tuoi pensieri?
    Grazie Monica. Di tutto.

    RispondiElimina
  14. Perdonami x gli errori.. È' questo Cell che mi auto corregge anche laddove non richiesto! :))

    RispondiElimina
  15. cara amica anche io con Coelho ho un rapporto un pò strano...amo sentirne parlare dagli altri,compro i libri ma non riesco a leggerli!!
    Però che lezioni che da...insistere e persistere e tutto si avvererà!!
    questa pasta magica la segno e la proverò di sicuro dato che appena riprenderò il lavoro a pieno ritmo non avrò più molto tempo a disposizione!!
    un abbraccio grande

    RispondiElimina
  16. Qui piove. Qui piove e io non mi sento quasi mai una farfallina leggera...e non ho mai letto Coelho. Sono una barbina e ignorante elefantessa, dalla cultura labile e vacante. Però leggere te in compenso mi riappacifica con il mondo, mi fa capire che si può accostare ogni parola, se sei capace di coglierne il senso. E tu lo fai così bene...mi sei mancata tesoro, tu, le tue idee strampalate, le tue riflessioni...e la tua ricetta salvavita che sembra fatta al caso mio!
    Ti abbraccio forrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrte!
    :*

    RispondiElimina
  17. Che impasto furbo è questo! :-) Mi sa che lo proverò prima o poi... (e si perchè capiterà che mi scordo di impastare la pizza al mattino... e me ne ricordi solo alle 12,30.... per il pranzo delle 13 ahhahahah)

    RispondiElimina