Il Muffin intollerante

Questo è il muffin intollerante.
Intollerante come chi lo ha cucinato.
Intollerante alle dita nel naso, 
a chi non chiede scusa,
a chi non dice grazie.
A chi ti provoca la rottura dello sterno per passarti avanti nella fila,
a chi ti dice "Lei non sa chi sono io".
Io lo so  chi sei,invece sei un imbecille e non ti tollero.
Io e i miei muffins siamo intolleranti a chi prende i tuoi sentimenti e ne fa cartocci per le caldarroste,
a chi ti giudica senza sapere, senza capire.
A chi ti dice che sei strana perchè hai un sogno.
A chi non capisce perchè hai un sogno.
A chi ti dice che in fondo dovrebbe bastarti la vita che fai,
che una donna è solo madre e moglie.
Una donna è semplicemente una donna.
Senza connotazioni,senza aggettivi.
Io e miei muffins siamo intolleranti a chi non ride mai,
a chi calcola prima di agire,
a chi agisce perchè ha calcolato perimetro e area.
E se Halloween è la notte degli orrori 
spero ardentemente che arrivi una strega e li prenda tutti questi miei (di orrori) e li butti in un grosso calderone insieme a radici di mandragora e unghie dei piedi di Big Foot e ne faccia una pozione magica.
Pozione magica da tenere al buio nella dispensa per un mese.
E poi offrirne un sorso a chi ci avvelena e appesantisce la vita!
Buon Halloween!


E dimenticavo sono anche intollerante nei confronti di chi non capisce che la mondo esistono gli intolleranti.
Quelli veri.
Quelli che se assaggiano un micromillimetro di latte diventano cugini del pesce palla e pasteggiano ad acqua e cortisone per una settimana.
A chi non capisce che capita di organizzare una festa dove ci sono bimbi allergici.
E allora che fai?
Li fai guardare mentre gli altri si spatasciano biscotti e torte fin dentro le orecchie?
E allora inventi e cerchi soluzioni che possano andar bene per tutti.
Ovvio che un cupcake o un muffin colante di lattosio e uova e di frosting made in USA è più goloso.
Ma sotto questo cielo c'è posto per tutti (per fortuna!!)




Il muffin intollerante ( Post Punk Kitchen)

140 ml latte di soia (o riso o latte di mandorle o acqua frizzante)
1 cucchiaino raso di aceto di mele
160 gr farina
2 cucchiaini di amido di mais
1 cucchiaino raso di bicarbonato
1 pizzico  di sale
100\130 ml olio vegetale
100 gr zucchero

per la versione scura aggiungere 20 gr di cacao in polvere


Prendete una ciotola e metteteci:farina,zucchero amido di mais,bicarbonato,sale e zucchero (se li fate scuri unite anche il cacao).
Date una bella mescolata per unire tutte le polveri.
In un'altra ciotola mescolare l'aceto ,il latte di soia (o i suoi sostituti) e l'olio.Unire i due composti,mescolare per renderli omogenei.Sistemarli in stampi da muffins rivestiti da pirottini di carta.Cuocere a 180 gradi per un quarto d'ora circa.
Farli raffreddare TOTALMENTE (altrimenti sentirete il sapore dell'aceto,che viene esaltato dal caldo).


Il frosting da me utilizzato nelle foto è costituito da una miscela di farina di cocco e latte di soia.Li unite in parti uguali (facendo attenzione che il composto non rimanga troppo liquido) e poi lo spalmate sul dolcino. Ovviamente è un sapore molto particolare,non tutti i bimbi gradiscono.In rete ho letto di vari frosting dove si utilizza la margarina,il tofu,i marshmallow.....beh, forse meglio spolverarli semplicemente con un pò di zucchero a velo!


7 commenti:

  1. Buongiorno angioletto,
    ti risparmio la lista delle cose alle quali sono intollerante in questo periodo...anzi forse nella vita in generale, in effetti più vado avanti con gli anni e più la lista diventa corposa...povera me che la meditazione possa salvarmi dalle mie intolleranze!!
    Mi piacciono un sacco le tue ricette per intolleranti e devo dire "riescono sempre", in barba a chi critica per puro spirito di rompere gli zebedeos senza neanche sperimentare!
    Bacetto e buona giornata!
    Elisa

    RispondiElimina
  2. Ben detto Moni, anche io oggi sto polemica assai quindi condivido tutto tutto ciò che hai scritto.....
    e mi assaggio un tuo cupcakes intollerante che ci sta sempre bene!
    Un bacione,
    Vale

    RispondiElimina
  3. posso entrare anche io nel club degli intolleranti' Hai ragionissima e condivido tutto ciò che hai detto e per quanto riguarda gli intolleranti a tavola...a volte ci vuole solo un pò di buona volontà e fantasia per non far sentire nessuno un diverso! ottimi e carinissimi questi muffin!
    good halloween!!!!!!!!!
    Alice

    RispondiElimina
  4. Sfondi una porta aperta, con me, cara Monica. Ma camminare sempre a testa alta ripaga più di mille repliche. E tu lo sai bene!!
    Ottimi muffin. Io farei a gara con gli intolleranti al lattosio per finirli!! ^_^

    RispondiElimina
  5. Allora Viva gli intolleranti !!! un bacione

    RispondiElimina
  6. e fai bene ad essere intollerante a tutto ciò!!
    credo che basti poco ad informarsi e a cercare qualcosa che possa andare bene per tutti,intolleranti e non!
    un abbraccio

    RispondiElimina