La Brioche al latte più morbida del mondo (col trucchetto) e il signor Tang Zong

Tang Zong.
Chi era costui?
No,non è un monaco buddhista e nemmeno l'erede di Gengis Khan.
E nemmeno il manager della Fukutsa fukutsonis.
E' un miglioratore per i lievitati.
Altolà niente di chimico e nemmeno di falso d'autore made in China che puzza di petrolio.
E' un miglioratore naturale,farina e acqua allo stato puro.
Promette morbidezza e grande conservazione..
La mamma di Tang Zong è Yvonne Chen.Ha scritto un libro alcuni decenni fa per decantare le doti di questo impasto che poi altro non è che un roux. Infatti se ci aggiungete il burro ,il latte e un pizzico di noce moscata, non impastate il pane ma fate la besciamella ^_^
Il libro si intitola "65 gradi",come la temperatura che devono raggiungere farina e acqua.
E non  mi venite a dire che non avete il termometro da cucina.Manco io ce l'ho. Mi sono regolata ad occhio.
Grazie all'esperienza di mezzo mondo.
E non scherzo.
Tang Zong è il tormentone dei blog internazionali
E dopo mesi che lo guardo e dico mah ,ho indagato,ho raccolto indizi e ho provato.
Il risultato?
Una sola parola.
Ammazza.
Ammazza quant'è venuto bono sto lievitato.Una semplice brioche al latte.la migliore mai mangiata.
Tant'è che l'ho preparata venerdi.
E poi sabato.
E poi domenica.
Il signor Tang ha passato l'esame.
Siete pronte?
Tenete conto di due cose:
-il tang Zong va preparato e fatto riposare per un minimo di sei ore.l'ideale è tutta la notte.
-se possedete una planetaria o la macchina del pane...USATELE!! Rinunciate al piacere della fatica e del sudore per una volta e affidatevi alle sante macchine ^_^
Volete proprio faticà?Impastatela a mano almeno dieci minuti,prima di aggiungere il burro.

Brioche al latte con il metodo tang Zong

(fonte AlterGusto)

per il Tang Zong:

25 gr farina
125 gr acqua

per la brioche:

350 gr farina
100\120 gr zucchero
5 gr lievito di birra disidratato
1 pizzico di sale
1 uovo
125 ml latte
30 gr burro morbido
tang zong

Prepariamo il tang Zong:

in un pentolino mescoliamo acqua e farina con cura,cercando di togliere tutti i grumi. Mettiamo sul fornello e facciamo ispessire.Il composto deve raggiungere la temperatura di 65 gradi.Praticamente il composto  dovrà fare le righe quando sarà a temperatura.Dovrà risultare più o meno cosi:




Una volta pronto mettiamolo in un contenitore e facciamolo raffreddare.Dopo questo trasferiamolo in frigo per un minimo di sei ore ad un massimo di una nottata.
Prima di utilizzarlo facciamolo rinvenire per una mezz'ora fuori dal frigo.

Prepariamo la brioche:

(procedimento manuale.Se utilizzate una macchina del pane,inserite tutti gli ingredienti tranne il burro.Avviate il programma e dopo cinque minuti aggiungete il burro  e fate continuare come d'abitudine)

In un contenitore unite il Tang Zong ,l'uovo e il latte.Date una leggera mescolata.
In un altro mescolate con cura farina,lievito e zucchero (se il vostro lievito è di quelli che hanno bisogno di essere attivati in liquidi,prelevate un pò del latte previsto e scioglieteci il lievito con una puntina di zucchero).
Sul piano di lavoro infarinato rovesciate il composto della farina e fate un buco centrale.Unite gli altri ingredienti (uovo,tang zong e latte).
Iniziate ad impastare almeno per una decina di minuti e aggiungete quindi il burro.
Prelevate l'impasto e mettetelo a lievitare fino al raddoppio.
Una volta lievitato riprenderlo,lavorarlo leggermente  e dopo avergli dato la forma preferita mettetelo in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato  (o con la carta forno).Spennellate la superficie con il latte.
Cuocete per 35\40 minuti in forno a 180 gradi,tenendo la superficie coperta con la carta .
fate raffreddare  e spolverate di zucchero a velo


54 commenti:

  1. Lo proverò senza dubbio, monica!! Grazie per la ricetta e buona giornata :)

    RispondiElimina
  2. Ecco..cn il suddetto metodo è la seconda volta che ci litigo...nn ultimo ieri mattina. .con tanto di parolacce annesse! Ma siccome so de coccio devo vincere io..mi sono detta che invece di fare esperimenti del cavolo avrei dovuto seguire una ricetta bella e fatta...e capiti tu...!! Io continuo a sostenerlo che tu mi leggi nella mente! Bacetti darling :-D:-D:-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa a me ha lasciato stupefatta...meglio ancora del latticello,e tu sai quanto io lo adori!prova.A te già vengono da Dio normalmente...pensa col trucchetto!!
      Baci my darling

      Elimina
  3. Questa, Monica, me la sono segnata e CI VOGLIO PROVARE!!!!!!!!!!!! Sia mai che possa familiarizzare anche io con questo tizio ^_^
    Un abbraccio cara e buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erica il signor Tang è strafigo.Vai sul sicuro ^_^
      Un abbraccio a te e una splendida settimana!
      Monica

      Elimina
  4. Dev'essere fantastica questa preparazione...la segno subito! Un abbraccio, Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu vale la pena provarla...anche perchè è straeconomica!!
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  5. ok, mi hai convinta. Ne avevo già sentito parlare diverse volte ma spiegato da te che non hai neanche il termometro...come dire...mi sproni! buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sono felice di averti convinta!Inizialmente mi aveva scoraggiato l'utilizzo del termometro...poi in un blog americano ho trovato la foto su come ci si doveva regolare...e voilà!
      Baci!
      Monica

      Elimina
  6. Ma sai che si vede la sofficita' solo dalla foto? Credo sia fattibile! Basta farlo la notte prima. Io ci provo! Non ho nemmeno io il termometro ma magari lo prendo (mi servirebbe anche per il cioccolato quindi ..).
    Ps poi al forno a quanto gradi?
    Esperimento to do asap! Grazie mony!
    Ps io l'unico tang che conosco sono i Tang Freres! I cinesi del quartiere di Parigi che si sono comprati tutto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vaty!!Si basta farlo la notte prima ma ne vale la pena!Il termometro dovrei decidermi a comprarlo prima o poi!Il forno a 180 gradi (grazie per avermelo fatto notare,avevo proprio dimenticato di precisarla la temperatura!!).
      Grazie per essere passata!
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  7. Sei una sorpresa continua....io pensavo che si trattasse di uno dei tuoi personaggi ed invece mi trovo davanti un panificatore cinese...e siccome di te mi fido ciecamente, anche perchè spesso ho provato le tue mirabili creazioni, io ci provo Tang Zong sei mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabry sai quanto ho dovuto tenere a freno l'immaginazione?Avevo già buttato giù mezza storia...ma poi ho ritenuto necessario dar spazio solo a lui,Mr.Tang!Perchè ne vale la pena,veramente!
      Ti abbraccio forte tesoro mio!
      Monica

      Elimina
  8. supersoffice, non ne sapevo nulla di questo "cinese" lievitante lo provo sicuramente impastando a mano e senza termometro se pò fa??? baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Enrica il cinese mantiene quello che promette.Dopo averlo visto in giro nei blog americani e cinesi e francesi ho ritenuto opportuno dargli una possibilità!!E ha funzionato!!
      Ti auguro una splendida settimana!
      Monica

      Elimina
  9. Ciao Monica, anche io ho fatto un pane in cassetta con il Tang Zong e Lievito Madre e mi ha dato grandi soddisfazioni, ma non gli ho mai dedicato un post.
    Complimenti per le spiegazioni chiare e dettagliate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta buongiorno!Il prossimo esperimento infatti sarà l'incontro di Mr.Tang con il pane!Sono curiosa di vedere come si comporta!
      Grazie mille per i complimenti
      Ti abbraccio
      Monica

      Elimina
  10. Non il termometro ma questo metodo mi incuriosisce troppo e lo voglio provare assolutamente, la tua brioche è strasoffice !
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  11. Amo già questa tua scoperta!!
    grazie per averla condivisa con noi e mi sa che domani avrò le brioche per la colazione!!
    un abbraccio grande cara amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara sei sempre cosi carina con me!
      Ti auguro il meglio.SEMPRE!
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  12. e mi hai convinto! funzionerà anche con il senza glutine? c'è da provare!!!
    baci e buona settimana.
    ALice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alice devo provare anche nella versione gluten-free.Ho un'amica celiaca e non mi dispiacerebbe farle una sorpresa in merito!
      Se dovessi provarci fammi un fischio ^_^ cosi vengo a copiarti spudoratamente!
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  13. cioè....sì sì comincio la frase con cioè....ci siamo impazzite? Ho dato un'occhiata fugace alla tua foto finale e l'acquolina ha fatto capolino dalle mie labbra......no dico, si fa? A quest'ora poi che la colazione è stata fatta da tre ore e il pranzo è ben lontano ma soprattutto la voglia di assaggiarla impazza nelle mie papille gustative.....come la mettiamo? Mi sa che sto signore ci ha visto lungo con questo metodo e tu (non oso neanche chiederti dove lo hai scovato) nel riproporlo a noi, poveri mortali.........mi piace, mi piace, mi piace.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh Vale l'ho scovato prima in Cina,poi In Giappone (santo Google traduttore) ma l'avevo accantonato nella memoria.E poi nei blog americani e i n quelli francesi...alla fine mi son detta :Proviamo.E mr.Tang ha mantenuto le promesse!!!Anche perchè è un metodo semplice,naturale ed economico...il che non guasta mai.
      Ti abbraccio amica carissima!
      A te e Cookie!
      Monica

      Elimina
  14. Risposte
    1. passa da me che ci pigliamo un caffè e una bella fetta di brioche!!!^_^

      Elimina
  15. Bello questo Tang Zong, mai sentito! In effetti questa brioche ha un'aspetto magnifico!
    Brava Monica!
    un abbraccio!
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marisa come stai?
      Grazie mille e ti abbraccio forte forte
      Monica

      Elimina
  16. E' già da tempo che ne sono incuriosita...prima o poi ci proverò anch'io. Il tuo è un risultato eccellente davvero!

    RispondiElimina
  17. Ah questa tua scoperta me la segno proprio! Sei davvero brava :-) Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Zonzolina ^_^ Mi fa proprio piacere detto da te !!
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  18. Davvero buono e soffice! Me l'ero dimenticato! Mi hai fatto tornare la voglia di rifarlo. :)))

    Ciao! :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo zio preferito!!!E' sempre un piacere averti qui da me!!
      Baci!!!
      Monica

      Elimina
    2. Tesoro, sappi che ti leggo sempre, ma non sempre commento ;)
      p.s. sto ancora ridendo per il post delle "zie" :D :D :D

      BaSci

      Elimina
  19. Ciao Monica! Grazie per la buona e interessante dritta! Ma se invece di quello disidratato uso il lievito di birra fresco quanto ne devo mettere? Saluti e baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!fatte le debite proporzioni ,devi utilizzare 18 grammi di lievito fresco!
      Un abbraccio grande
      Monica

      Elimina
  20. Ciao Monica! Grazie per questo interessantissimo articolo, che metterò subito alla prova, la brioche sembra eccezionale :-) Complimenti anche per il tuo blog, se hai voglia, fai un giretto anche sul mio che è appena nato http://bonbonlavande.wordpress.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!vengo subito a farmi un giro da te!!
      un abbraccio
      Monica

      Elimina
  21. Monica, credimi che non vedo l'ora di provarlo..Ho un polso quasi fuori uso e non riuscirei ad impastare, ma a breve avrò la planetaria e appena arriverà sarà il primo lavoro che farà: impastare questa tua briochina che mi sto mangiando con gli occhi. :D
    Un bacetto

    RispondiElimina
  22. Ciao Monica, ho provato diverse ricette per il panbrioche ma non mi hanno mai completamente soddisfatto....grazie mille per questo post!! Da provare stasera !!
    Buona giornata e a presto
    Marzia

    RispondiElimina
  23. Monica ti ringrazio perchè me lo hai fatto tornare in mente; è una vita che non lo utilizzo per i miei lievitati. Sai che si va a periodi no? Adesso è il periodo del fiore ...

    RispondiElimina
  24. favoloso è uscita benissimo!! MORDIDA, ALTISSIMA, LEGGERA E DELIZIOSA!

    RispondiElimina
  25. Ma che ricetta favolosa ....ti ho trovcata per caso cercando una ricetta di brioche..non conoscevo il Tang .....voglio provare pure !Complimenti per le belle ricette ciao Lia

    RispondiElimina
  26. È normale che sia venuta un po effetto gomma da masticare? L'impasto era molto morbido. Forse ho sbagliato le dosi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Robi onestamente non so dirti .Mi spiace che non ti sia venuta bene.L'impasto viene una via di mezzo,non è nè troppo morbido nè eccessivamente duro
      Un abbraccio
      Monica

      Elimina
  27. Buonasera Monica, son passata di qui tante volte, incuriosita dalle novità proposte da PETITCHEF e, guarda caso, mi ha sempre attirato una delle tue ricette. Proverò questa brioche con il LM, che allevo da tre anni, e ti farò sapere. Mi chiedevo se tu abbia usato farina 00 per questa preparazione. Complimenti per il modo in cui ti proponi e proponi le tue creazioni. Buona serata, Loredana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana,felice di conoscerti!
      Grazie mille per i complimenti che mi fai!La farina è la 00!
      Una buona serata a te!
      Monica

      Elimina
  28. Ciao Monica! Ti scopro solo ora e sono rimasta folgorata da questa ricetta, va dritta dritta in archivio tra le ricette da provare!

    un caro saluto e complimenti per il blog

    RispondiElimina
  29. Prova d'offerta di prestito
    ero alla ricerca di prestito di denaro da molti mesi. Ma fortunatamente ho visto prove fatte da molte persone sulla signora CINZIA , così la ho contattata per ottenere il mio prestito dell'importo di 45.000€ per regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. È con la signora CINZIA il mio sorride nuovamente è pianta di cuore semplice e molto comprensivo. Ecco sono
    posta elettronica: cinziamilani62@gmail.com

    RispondiElimina