Pollo alla birra e la casalinga perfetta parte 1

Le mangiate pantagrueliche ormai sono trascorse.Botti,frizzi e lazzi ormai  archiviati e messi sotto naftalina in attesa dell'anno prossimo.
E' iniziato il 2013 e come tutti gli incipit anche questo porta con sè promesse ,sogni e desideri.
Volete trasformarvi in una casalinga perfetta?
Venite con me,vi accompagnerò in questo viaggio allucinante..ehm...volevo dire entusiasmante.
Ho scovato e tradotto un piccolo manuale della casalinga perfetta.Un trattato degli anni '60 che veniva letto e studiato durante l'ora di economia domestica francese.
A me una volta, scartabellando tra i ricordi di mia mamma, me ne capitò uno in mano.Ma vi assicuro che c'erano nozioni di cucito,di cucina,di economia ,di ricamo.Qualche piccola digressione verso il pollice verde,ma nulla più.O per lo meno niente di quello che ho letto in queste piccole pagine che ho trovato...
Comunque.
Tirate fuori il grembiulino,si proprio quello a quadretti rosa,quello con la pettorina e i volants.Chignon d'ordinanza,rossetto mi raccomando,filo di perle e orecchini in pendant.Si parte,allacciate le cinture di sicurezza e facciamo un bel tuffo all'indietro.

Prima regola della casalinga perfetta:
"Fate in modo che la cena sia sempre pronta al suo rientro.
Se occorre preparate tutto fin dalla sera prima perchè il LUI in questione ha bisogno di trovare al suo rientro un delizioso pasto che lo attende.E' una maniera per fargli sapere che avete pensato a lui,ai suoi desideri e ai suoi bisogni.la maggior parte degli uomini torna dal lavoro affamata e la propsettiva di una deliziosa cena è allettante"
Questa prima regola è un incipit soft,giusto per non farvi chiudere subito il manuale.In linea teorica noi foodblogger possiamo essere d'accordo.Amare lo spignattamento è una maniera di comunicare amore ai nostri cari,di coccolarli,di allietarli e di consolare e cancellare una giornata storta.Magari non ci mettiamo a preparare dalla sera prima,però dai......'sta regola ci piace,che dite?

Seconda regola:
"SIATE PRONTA!
Prendetevi quindici minuti di tempo per riposarvi prima del suo rientro.Ritoccatevi il trucco,Mettete un nastro nei capelli,siate fresca e affabile.LUI ha trascorso la giornata in compagni di persone che lo hanno stressato e sovraccaricato.Siate allegra e rendetevi più interessante delle persone che lo hanno circondato al lavoro.La sua giornata ha bisogno di essere rallegrata e questo è uno dei vostri principali doveri"
Ora,il fatto di "rassettarsi", di ritoccarsi il trucco è una regola valida senza dubbio.Con l'unica differenza (spero e mi auguro) che oggi lo facciamo per noi stesse e non in relazione al maschio dominante!
E poi mi chiedo: ma la casalinga perfetta vintage era sempre sorridente e allegra?
Le sarà capitata qualche volta una di quelle giornate in cui il detersivo non  lava che più bianco non si può,mezza camicia rimane appiccicata sul ferro rovente e il sugo ha deciso di amoreggiare tenacemente con le piastrelle?
O che magari un ragazzino si è infilato una matita per il naso,l'altro infante, fulminato sulla via di Damasco, ha deciso di liberare tutta la sua collezione di lucertole in giro per casa e il gatto,non trovando la sua personale limetta per le unghie,ha pensato bene di accarezzare con passione il divano?
Timer alla mano,quindici minuti prima del suo rientro respirazione in stile Hatha Yoga,diciamo tutte insieme Om...Om..Om...trucco,parrucco,profumo,il nastro (mi raccomando il nastro) e aprite la porta mentre cercate di ingoiare come un malefico rospo quel sonoro Vaffa che vi ostruisce la giugulare.
Sorridete casalinghe sorridete.
( e ricordatevi ...siamo solo all'inizio)


Oggi pollo alla birra.Una ricetta che all'inizio mi lasciava un pò dubbiosa per il retrogusto tipico di quella bevanda.Alla fine ho provato e il risultato è ottimo.Una salsina equilibrata,un pollo morbido e succoso.Abbastanza veloce,economico e saporito!

Pollo alla birra

Ingredienti:

1 pollo a pezzi (circa 1 kg)
1 spicchio di aglio
1 cipolla
2 foglie di alloro
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 bottiglia da 33 cl di birra chiara
farina
burro 
olio

Togliete la pelle del pollo,lavatelo ed asciugatelo con carta assorbente.infarinatelo e scuotetelo per togliere l'eccesso stesso di farina.
Tritate l'aglio e la cipolla e metteteli in un tegame con il burro e l'olio.Fate soffriggere un pò,unite i pezzi di pollo e fateli colorire.Unite anche le foglie di alloro.
Versate un terzo della birra.aggiungete lo zucchero di canna e regolate di sale e di pepe.fate evaporare un pò la birra e continuate la cottura a fuoco dolce per una quarantina di minuti avendo cura di mettere il coperchio.Quando il fondo tenderà ad asciugarsi,aggiungete altra birra fino ad esaurimento della bottiglia.
servite caldo con una spolverata di prezzemolo o origano.



12 commenti:

  1. Ahah! Ossignore.. lo sai che devo avere ancora da qualche parte un manuale simile degli anni '30.. che mi aveva donato mia nonna? Però era sul 'comportamento delle giovani adolescenti'! Se lo trovo te lo fotocopio e te lo mando (sperando arrivi, perchè temo che il mio pacchetto non ti arriverà mai più, spezie incluse...): voglio troppo sapere i tuoi commenti, mi fai morire! <3 Sulla prima regola possiamo anche soprassedere, visto che è vero.. cucinare è un relax anche per noi.. ma stendersi a terra per far asciugare le scarpe al maritino che è 'troppo stressato' da una giornata di lavoro, per di più sorridenti e truccate quando magari la lavatrice ha tirato le cuoia e la giornata non è stata il massimo.. eh, no questo no!! :D Il tuo pollo è mitico.. mi piace tanto già come carne.. con la birra lo devo provare. Chissà che profumo! Un abbraccione!

    RispondiElimina
  2. Che buono questo pollo lo gusterei volentieri :) Ehm il manuale è davevro interessante ma vorrei sapere..c'è anche il manuale al contrario ovvero quello del marito/lavoratore/uomo perfetto?? :D

    RispondiElimina
  3. Ciao Monica! Elisa mi ha detto di venire a vedere il tuo blog... complimenti!! Mi piace...sia le ricette che i tuoi "pensieri"...!!!
    E il pollo poi che bontà!!! a casa mia se cucino pollo tutti i giorni sono contenti quindi sperimenterò anche il tuo!
    Buon Anno!!

    RispondiElimina
  4. Accidenti mi manca il nastro.
    Da domani vale, nastro in una mano e cronometro nell'altra....:-DDD
    Meglio il pollo, che dall'aspetto mi sembra davvero delizioso!
    ciao
    alice

    RispondiElimina
  5. Fantastico, lo conosco anche io questo manuale!
    Proprio anni 60!!
    :-)

    RispondiElimina
  6. Nuoooo io non mi posso fare lo chignon! Ho la cresta! Ecccheccazz! E non posso nemmeno fare la schiava di nessun uomo... non ho l'uomo! Certo, potrei dilettarmi con i miei due coinquilini, peccato che di solito sono l'ultima a rientrare a casa da lavoro...
    Questi manuali dall'odore di muffettina e dalle tinte tenui pastello fanno impallidire la "Mamy" casalinga e perfettina che c'è in ogni donna, danno per scontate così tante cose che risulta davvero difficile essere...al passo. Altro che "Vaffa" ingoiato, peggio, mooolto peggio mia cara.
    Pollo alla birra = adoro! Pur essendo astemia
    TVB mia casalinga perfetta, aspetto la seconda puntata :)

    RispondiElimina
  7. Questo tipo di manuali mi inquietano parecchio ma il pollo è sicuramente buonissimo!

    RispondiElimina
  8. hahaha!!! madrediddio.....ho la lacrima....dalla disperazione! anche a me mettono soggezione 'sti manuali! Mi hai incuriosito Monica e ti seguirò in questa faccenda della casalinga perfetta!! Booono il pollo alla birra!!!
    Bye!
    Mari

    RispondiElimina
  9. ahaha stupende queste regolette :) troppo simpatiche! ed anche il pollo..gnam gnam!

    RispondiElimina
  10. Buongiorno carissima mi sono mancate anche a me i tuoi simpaticissimi post , ma questo è pazzesco hahahaha!
    Adoro il pollo :P:P:P!
    Buona Epifania
    un bacione!!

    RispondiElimina
  11. A che pagina è la previsione del rogo per le massaie inadempienti?!? ;)

    RispondiElimina