Tre proposte per una Pasqua alternativa e una torta integrale alle mele e pere



Me ne accorgo mentre raccolgo le ultime briciole della torta.
Sono incastrate tra l'anulare e il mignolo.
Piccole e infide.
Rimangono appiccicate senza ritegno.
Non posso nemmeno nascondere a me stessa di aver finito la seconda fetta...

Sono colpevole.
Ma non posso farci nulla.
Leggo e mangio.
Da sempre.
Il cuore nelle righe , i sensi nelle briciole.
Costretta a letto da un noioso e alquanto inopportuno colpo della strega.
Non si fa, non nei giorni di festa.

Però sono assente giustificata dalle trame della vita.
Dalle uova al cioccolato , dal pranzo tradizionale, dal normale scorrere della vita quotidiana.
E allora leggo, coccolata anche dalla torta preparata per me dalla mia famiglia.

E penso anche che forse festa è anche questo.
Non solo campane ed ulivi della pace...
ma anche una leggera sottrazione ai copioni della vita.

Allora che Pasqua sia.
Senza pastiera nè colomba.


Io vi offro una torta e tre libri, tutti italiani. I tre libri che hanno segnato questi mesi.
Quelli che mi hanno fatto maledire il corso di lettura veloce.
Tre libri che mi hanno emozionato, divertito e perchè no, hanno reso la mia anima una ragnatela di tensione.
Ve li consiglio.
Per una Pasqua alternativa.
Contro il logorio delle feste comandate....

Eccoli:

Cristina Caboni " Il Sentiero dei profumi"


Il regalo più bello ricevuto per il mio compleanno.
Femminilità, semplicità, grazia. Una protagonista specchio di tutte noi.
E un protagonista maschile indimentticabile



Carla Vistarini "Se ho paura prendimi per mano"


Una scoperta al fulmicotone.
Ho riso, mi sono commossa, mi sono affezionata ai personaggi.
Sullo sfondo una Roma che mi ha fatto tornare la voglia di scendere dal "trono" dei Castelli Romani per fondermi di nuovo con i rioni, le strade, i quartieri che ho amato da universitaria.


Donato Carrisi "Il cacciatore del buio"


Io sono follemente innamorata di Donato Carrisi.
Non è facile stupirsi e sentire quella piccola fiaccola di tensione per una lettrice accanita di gialli come la sottoscritta.
Eppure i libri di Carrisi mi tendono l'anima tra le righe.
E mi catturano fino all'ultima riga.

Questi sono i tre libri che vi consiglio. Dinamici, mai banali e frutto della bravura nostrana!
Vi auguro una serena e non convenzionale Pasqua!


TORTA INTEGRALE ALLE MELE E PERE

300 grammi di farina integrale
150 millilitri di acqua frizzante
130 millilitri di olio
1 bustina di lievito
200 grammi di zucchero di canna
3 uova
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di un limone
1 pera
1 mela 

Stampo a ciambella 24 centimetri
Cottura in forno statico a 180 gradi

Sbattete le uova con lo zucchero.
Unite l'acqua, la scorza del limone, il pizzico di sale.
Setacciate la farina con il lievito e aggiungetele al composto alternandole con l'olio.
Trasferite tutto in uno stampo imburrato ed infarinato.
Decorate la superficie con le fettine ricavate dalla mela e dalla pera e cuocete in forno  caldo.
Terminata la cottura, fate riposare la torta per cinque minuti nel forno spento e leggermente aperto.
Spolverate di zucchero a velo prima di servirla.


8 commenti:

  1. mi spiace che non stai bene, capisco cosa vuol dire io che soffro sempre di mal di schiena per le ernie!!!Questa settimana ho dovuto lavorare con la sciatica!!!Rimettiti presto e riguardati!!!!Ottima la scelta di consigliarci dei libri, andro' a cercarli!!!E che dire della golosita' che hai mangiato senza sentirti in colpa??Hai fatto bene, e' deliziosa, certo che potevi lasciarmene una fettina!!!!Buona Pasqua gioia!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Ciao, hai tutto il supporto di una persona che ha una patologia lombare cronica. I miei migliori auguri per una pronta guarigione. Intanto hai fatto più che bene a goderti in tutta libertà un paio di fette di torta, che essendo integrale e con le mele gode di tutta la mia attenzione.
    Ti ringrazio per i suggerimenti librari e ti auguro una non convenzionale Buona Pasqua!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Ossignur mi spiace che non stai bene.. Ma so cosa vuol dire.. 2 anni fa son rimasta bloccata a letto per il tuo stesso motivo per oltre 1 settimana...prima di scoprire che avevo un leggero schiaccismento delle vertebre nella zona lombare e decidermi ad andare dall'osteopata che m'ha rimesso al mondo.. vabbè.. buona guarigione cara.. e buona Pasqua!! Rubo alvolo anche una fetta di dolcetto..

    RispondiElimina
  4. Uh che dolore il colpo della strega! davvero una Pasqua alternativa! Approfitta per riposare e farti coccolare (e mangiati anche una terza fetta di questa bella ciambella)!

    RispondiElimina
  5. Ciao cara, ma che meraviglia il tuo dolce!!!!! Cerca di rimetterti in sesto, mi raccomando...riposo, riposo, riposo e tanta buona lettura!!! Sono anch'io una lettrice accanita, ma only paper for me!!! Se i libri non sono i classici in carta non amo leggerli...Il primo e il terzo li ho letti, il secondo ancora mi manca, anche se ne ho sentito parlare in maniera positiva. E dopo il tuo consiglio non posso che correre in libreria! Grazie e tantissimi auguri di buona Pasqua!

    RispondiElimina
  6. Uno splendido dolce!!
    Spero ti rimetta in forma al piú presto e intanto lasciati coccolare che fa sempre bene ;-)
    Buona Pasqua!
    Un abbraccio (pianinooo) :D
    Vera

    RispondiElimina
  7. Saprei cosa fare di questa ciambella e leggerei il primo libro che ci consigli....

    RispondiElimina
  8. Buona Pasqua, anche se in ritardo e immagino che, con questa bontà, ti sia rimessa subito in sesto!!!

    RispondiElimina